Antonio Mazzone - Founder & CEO

Sono l'ideatore ed il titolare della prima società in Italia che riveste la qualifica di "procuratore professionistico" in ambito finanziario – ovvero la persona giuridica che professionalmente rappresenta ed assiste i suoi clienti “persone fisiche” private banker o wealth manager nell’individuazione, scelta e definizione del rapporto contrattuale-economico (ed i relativi corposi benefits) con la nuova società mandante e/o datore di lavoro. Fornisce ai suoi clienti anche una “quotazione di mercato”, attraverso il modello proprietario ed indipendente di scoring, il PB Index.

Se vuoi conoscere la mia storia professionale visita pagina Linkedin, consultabile all'indirizzo https://www.linkedin.com/in/bancadvice/

 

 

La parole chiave del 2019: HUB & CLUSTER

E’ una iniziativa "non convenzionale" promossa da Antonio Mazzone, titolare di Bancadvice.it SAS e da Pasquale de Lucia - amministratore della società Artigianale Srl- titolare del marchio Queen Makeda Gran Pub (www.queenmakeda.it) che ha disegnato un modo totalmente nuovo di vivere il pub, diventando un “tempio” della cucina internazionale a Roma grazie ad uno staff altamente professionale ed una brigata innovativa capitanata dallo chef Gabriele Raimondi.

Questo format innovativo potrebbe rappresentare la soluzione ottimale, per CF senior, Private Bankers e Managers delle reti di distribuzione finanziaria, impegnati in ambiziosi programmi di riqualificazione professionale e/o inserimento di professionisti provenienti da strutture concorrenti.

Un modo totalmente nuovo, immersi in un ambiente unico e avvolti da una proposta gourmet creata per l'occasione, per conoscere davvero la propria "quotazione di mercato" e le aziende del settore più perfomanti in tema di valorizzazione del capitale umano oppure gli aspetti più significativi ed interessanti dei candidati che non appaiono nei loro CV, nei loro profili socials e neanche nelle migliori interviste telefoniche. 

Per ricevere maggiori info, scrivere a antonio.mazzone@bancadvice.it oppure chiamare il 377.0909256

Perchè potresti aver bisogno di noi!

Come operiamo

Grazie ad una intensa rete di contatti e collaborazioni, il nostro team "ultra-specializzato" è in grado di dialogare con realtà consolidate e/o nuove ed innovative dell’industria del risparmio gestito e del private banking italiano ed europeo. E’ in grado, altresì, di svolgere tutte le fasi di avvicinamento alla potenziale azienda finale in modalità “undercover” con una tecnica analoga a quella del „mistery shopper”.

Perchè dovrei aver bisogno di un procuratore?

Il Private Banker o Wealth Manager entra in contatto con noi e ci incarica di assisterlo perchè vuole patrimonializzare il suo ” capitale” fatto di abilità negoziali, competenze tecniche, relazioni personali e professionali, “phisique du role”. Ha consapevolezza che anche nel suo settore vale la regola di non meno di 3 ed al massimo 5 cambi di “casacca” in tutta la carriera lavorativa.  Ma vuole evitare "fughe di notizie" sulle sue reali intenzioni di lasciare l'attuale intermediario e mantenere il più assoluto riserbo. E per fare questo l’assistenza di un team, di una società sua procuratrice, è fondamentale.

Ma la vera sfida sarà offrire al mercato una quotazione reale del valore di mercato dei private bankers, wealth managers e cf senior. Pertanto dopo aver lanciato a settembre 2017, per primi in Italia, la figura del procuratore persona giuridica nel settore Finance&Banking, esattamente come negli sports professionistici, il prossimo obiettivo, entro la fine del 2020, sarà quello di fornire agli operatori del settore (intermediari e professionisti del risparmio gestito) una piattaforma online con le quotazioni in real time dei singoli consulenti finanziari, siano essi PB o WM o CF a OFS. Il nostro modello di riferimento sarà la piattaforma “Play Ratings”, realizzata da OpenEconomics uno spin-off della Facoltà di Economia dell'Università di Roma Tor Vergata, vedi: http://www.playratings.net/ 

Dedicato al dipendente bancario!

Private banker, gestore privati, consulente agli investimenti (ovviamente dipendenti).

Oggetto dei desideri più sfrenati delle reti di distribuzione finanziaria. Corteggiatissimi, ma al contempo molto scettici sul passaggio da dipendente a consulente finanziario a PIVA. Eppure, sulla carta, non c'è storia. Per chi porta in dote clientela di almeno 40 mln € di AUM (realmente strasferibile) si può ottenere almeno 400.000 € /lordi di ricorrente annuo e un bonus una tantum di 1.000.000€ lordo (unico neo se vogliamo un vincolo contrattuale di almeno 5 anni).

Certo la tassazione finale in capo al neo consulente a piva è importante, ma di fronte a RAL tra i 45.000 e gli 80.000 lordi annui, si dovrebbe giocare facile.

Invece no. Il bancario alla prospettiva di un contratto di agenzia, da il meglio di se, con una raffica di obiezioni:

- I miei clienti più importanti sono tutti piuttosto anziani, usano poco il pc e ho paura di perderli;

- Mi piace molto la vs società e la proposta che mi fate, ma sto bene qui.

- Mia moglie/Mio marito è contrario-a  

Bancadvice.it SAS  riesce a superare tutte queste obiezioni.

Scrivi a:

Vuoi sapere quanto vali sul mercato?

Compila la scheda che trovi qui allegata ed inviala al mio indirizzo di posta elettronica: antonio.mazzone@bancadvice.it 

Riceverai gratuitamente la tua quotazione di mercato.